Festival di Sanremo 2018: ecco le novità

By | 17 Gennaio 2018

Come ogni anno il Festival di Sanremo è l’evento nazionale più atteso del primo trimestre. Dalla scelta del conduttore, agli ospiti internazionali, passando per i gossip e sorprese dell’ultimo minuto, il tutto dominato da lei, la regina del Festival: la musica. Ricordiamo che il Festival andrà in onda dal 6 al 10 febbraio.

Claudio Baglioni non si è fatto mancare guest star tra le più amate degli italiani. Confermati Laura Pausini e Biagio Antonacci, che secondo le indiscrezioni duetteranno col presentatore e direttore artistico. Presenza internazionale eccezionale sarà quella di Liam Gallagher, mentre completano gli ospiti italiani i tre talentuosi de Il Volo.

Baglioni, come sappiamo, sarà affiancato da Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, e dunque possiamo attenderci brillanti incursioni dal mondo dello spettacolo, come Gabriele Muccino e Antonella Clerici. Ancora incertezze invece sulla figura comica, che si ipotizza possa essere, eventualmente per quinta volta, Maurizio Crozza.

Festival di sanremo: i big favoriti

I cantanti in gara nella categoria big saranno 20. Non conosciamo ancora le canzoni ma già si fanno pronostici sui probabili vincitori.

Sembrano essere favoriti dai bookmakers Erma Metal e Fabrizio Moro, in gara in coppia con la canzone “Non mi avete fatto niente”. A seguire Mario Biondi con “Rivederti” e Noemi con “Non smettere mai di cercarmi”, rispettivamente al secondo e terzo posto del podio. Ottime posizioni anche per Elio e le Storie Tese, Nina Zilli e Max Gazzè.

In realtà le scommesse si dividono sul secondo posto, cui sembrerebbe ambire anche il duo Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con la canzone “Il segreto del tempo”. E in gara ci sarà un terzo Pooh, Red Canzian con il pezzo “Ognuno ha il suo racconto”.

Menzione d’onore per Ron, che presenterà una canzone inedita del grande Lucio Dalla “Almeno pensami”, e Lo Stato Sociale, che siamo certi romperà il rigidismo tradizionalista del Festival con una ventata di sano anticonformismo.

 

Lascia un commento