Laura Boldrini è la quinta figura politica più influente d’Europa

By | 8 Dicembre 2017

È stata pubblicata qualche giorno fa la Politico 28 Class of 2018, l’elenco delle figure 28 politiche che più di tutte stanno “modellando, scuotendo ed emozionando l’Europa“.

A stilare la lista è stata la redazione di Politico, giornale online di stampo continentale che tratta quotidianamente di politica europea e statunitense.

Influente perché odiata per le sue battaglie

Nella lista, la quinta posizione è occupata da Laura Boldrini. Le ragioni? “A giudicare dal fiume di abusi virtuali a lei diretti” si legge nell’articolo “Laura Boldrini deve essere la donna più odiata d’Italia. Dal giorno della sua nomina a Presidente della Camera nel 2013 è diventata il bersaglio di insulti misogini, attacchi a sfondo sessuale e minacce di morte. Il suo crimine: utilizzare il suo alto ufficio per aumentare la visibilità delle donne in politica, in un paese in cui troppo spesso il genere femminile è confinato al di fuori del potere.”

E a proposito di genere, la testata affronta anche la questione della lingua, tanto cara alla Presidente: “Durante il suo mandato, la Boldrini ha sollevato la problematica relativa ai titoli della politica in italiano, incluso il suo, che risultano essere tutti al maschile. Ha chiesto di essere chiamata “la presidente”, e quando alcuni onorevoli (maschi) hanno insistito nell’usare la forma al maschile, lei ne ha utilizzata una al femminile – la deputata – per rivolgersi a loro.”

Nell’articolo a lei dedicato, Politico sottolinea poi come gran parte dell’odio riversato su Laura Boldrini derivi anche dalle sue posizioni inclusive in merito all’accoglienza dei migranti, e di come tutti i suoi appelli affinché si trovi una strada per combattere in maniera più incisiva le violenze sulle donne siano fino ad oggi rimaste pressoché inascoltate.

L’immagine che la ritrae (visionabile qui) è tanto cruda quanto esemplificativa, e mostra un primo piano della Presidente a cui fa da sfondo un elenco (tradotto in inglese) delle più vili ingiurie rivolte alla sua persona nel corso degli ultimi anni.

Lascia un commento