Toscana: terremoto sentito anche a Firenze. Direttore uffizi: “Non è successo nulla”

By | 30 Ottobre 2016
Toscana: terremoto sentito anche a Firenze. Direttore uffizi: "Non è successo nulla"

È accaduto nel pomeriggio del 24 ottobre, attorno alle 19:00. La scossa, di grado 3.9 della scala Richter, è stata avvertita nel cuore della regione, tra Castelfiorentino e Gambassi, ma è stata sentita anche a Firenze. Palazzo Pitti: «Non ci sono stati danni»

Terremoto in Toscana durante il pomeriggio del 25 ottobre. Il terremoto è stato avvertito in provincia di Firenze, attorno alle ore 18:53, con epicentro nei comuni di Castelfiorentino, Certaldo e Gambassi. La scossa, 3.9 della scala Richter, arrivava da una profondità di 9 chilometri. Il terremoto è stato avvertito, tuttavia, anche nella capitale fiorentina, ma per il momento non si sono registrati danni. In molti hanno reagito preoccupatissimi per Palazzo Pitti, ma come confermato dal direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, non si sono registrati danni alle opere d’arte. Come riportato da “Ansa”: «L’allarme, presumibilmente, è partito per le vibrazioni delle finestre in varie zone della residenza medicea. Ma, prima attraverso le videocamere poi con personale sul posto, abbiamo verificato che non ci sono stati danni». Ai controlli alla Galleria degli Uffizi, invece, lo stesso direttore ha voluto verificare di persona che non c’erano problemi: «Tranquillizziamo tutti: alle Gallerie degli Uffizi non è successo nulla» ha concluso.

Allarme tra le province

La breve scossa, durata pochi minuti, ha tuttavia causato rallentamenti con ritardi e diverse cancellazioni di treni regionali, soprattutto sulla linea Empoli-Siena. Inoltre, come spiegato anche dalle Ferrovie dello Stato, sembrano esserci stati dei danneggiamenti ad alcuni impianti elettrici di Granaiolo, in provincia Empoli (Firenze). In quel caso, i tecnici delle Ferrovie poco dopo le ore 20.00, hanno finalmente ripristinato gli impianti e la circolazione è stata riabilitata. Sempre a Granaiolo, inoltre, si sono registrati problemi anche per quanto riguarda alcuni passaggi a livello andati in tilt. In molti sono stati coloro che, spaventati, sono scesi in strada attendendo che la scossa finisse.

Dopo sono rientrati nelle loro abitazioni e uffici: il tutto è accaduto soprattutto nella zona di Castelfiorentino e in altri comuni dell’Empolese. Anche a Barberino Val d’Elsa, in provincia di Firenze, era in corso un Consiglio comunale quando la terra ha tremato: i consiglieri, terrorizzati, sono usciti tutti in strada ma, nel giro di pochi minuti, la seduta è stata ripresa. La Protezione civile di Firenze ha aperto senza tergiversare la sala operativa, ma anche l’associazione ha segnalato che non stati registrati danni a cose o persone.

Lascia un commento